Pistole e fucili nello sport

219

Date solo un’accezione negativa ai fucili e alle pistole? Sbagliate, perché queste armi possono essere utilizzate anche in moltissimi sport: alcuni più conosciuti, altri estremamente di nicchia.

Ciò che conta, però, è che le armi stanno perdendo l’aurea negativa per diventare oggetto di divertimento. Ovviamente è opportuno ricordare che le armi devono essere maneggiate solo da persone in possesso di regolare permesso emanato dalla Polizia di Stato e mai da minorenni. Inoltre, per le armi ad uso sportivo, deve essere rilasciato anche un permesso per il trasporto.

Ma quali sono gli sport in cui sono utilizzate armi quali fucili e pistole? Armi e Accessori, portale specializzato nella compravendita di armi online, li ha elencati di seguito.

Biathlon. È uno sport non certo conosciutissimo composto da due specialità: tiro a segno con la carabina e sci di fondo. La storia di questa disciplina inizia tra le truppe di Norvegia e Svezia nel 1797 per diventare ora uno sport riconosciuto e praticato alle Olimpiadi invernali. Negli ultimi anni è stata la nazionale femminile cinese a conquistare il maggior numero di medaglie nel Biathlon.

Tiro a segno. Questa disciplina sportiva è inserita nel programma olimpico fin dalle prime Olimpiadi di Atene del 1896 ma se ne hanno cenni storici fin dall’antica Grecia e in seguito come programma di addestramento militare. Il tiro a segno, nelle Olimpiadi, si divide in più categorie: carabina sportiva 3 posizioni, carabina 10 metri, pistola sportiva, pistola a 10 metri (per quanto riguarda la competizione femminile); carabina libera a terra, carabina 3 libera posizioni, carabina 10 metri, pistola libera, pistola semiautomatica, pistola a 10 metri (per le discipline maschili). Vengono utilizzate armi ad aria compressa o armi da fuoco.

Tiro al volo. Questa disciplina olimpica comprende attualmente tre specialità: fossa olimpica (trap), maschile e femminile, skeet maschile e femminile e doppia fossa solo maschile, per un totale di cinque gare ufficiali. Il tiro al volo si differenzia dal tiro al piattello in quanto in quest’ultimo si deve colpire un oggetto piatto da una determinata distanza, con un fucile a canne lisce.