Top 4 delle armi letali

476

In tutto il mondo esistono oltre 800 milioni di armi, la maggior parte diffusa sul suolo americano. Armi e Accessori, portale online dove è possibile trovare annunci per vendere e comprare armi ha stilato una classifica delle quattro armi più pericolose, create per essere utilizzate in guerra e per essere più letali possibile.

Recenti statistiche in merito vedevano il Kalashnikov essere il più letale sterminatore a causa della sua diffusione capillare in molti dei conflitti che insanguinano il nostro pianeta (ad esempio in Africa o nel Medio Oriente).

Ma esistono anche modelli di armi così avveniristiche e così letali da temere il loro utilizzo tanto quanto la loro diffusione; ecco dunque la top 4 delle armi più pericolose, secondo lo staff di Armi e Accessori.

  1. Auto Assault-12: il fucile d’assalto Atchisson è stato progettato nel 1972 ed è arrivato ad essere, grazie ai continui perfezionamenti, un’arma completamente automatica con una gittata massima di 100 metri. Letale negli spazi stretti l’Atchisson riesce a sparare 30 colpi al minuto.
  2. Barrett M107A1: questo modello della Barret pesa poco ed è in grado di lanciare proiettili fino a 2km di distanza con una precisione pari a 3 minuti d’angolo, rendendolo lo sniper più letale del mondo.
  3. FN F2000: questo fucile è diventato famoso per essere stato utilizzato in molti videogiochi di guerra ed è considerato l’erede del kalashnikov. L’FN F2000 è un fucile d’assalto ad impugnatura ambidestra in grado di sputare 850 pallottole al minuto con un raggio d’azione di 340 metri. Può essere integrato con mirini laser e lanciagranate.
  4. CornerShot: questo fucile è stato realizzato per colpire i bersagli da una posizione completamente riparata. L’arma è suddivisa in due parti, quella anteriore su cui viene montata una telecamera, un sistema di puntamento laser e un flash, e quella posteriore dove, oltre al grilletto e all’impugnatura, c’è un piccolo schermo che permette di mirare con precisione.